Articles

Andare con un sessuomane mi ha cambiato completamente… in meglio

Ragazza triste a letto, scena retroilluminata. Immagine:milos-kreckovic/E+/Getty Images

All’inizio sembrava normale (qualunque cosa significhi). Guardando indietro, quelle che avrebbero dovuto essere bandiere rosse le ho liquidate come le incomprensioni che possono verificarsi all’inizio di una relazione quando non si conosce bene l’altra persona.

Altro: Avevo tutto – fino a quando il mio ragazzo mi ha dato un ultimatum

avrei dovuto lasciarlo dopo che si è assentato per 48 ore. Avrei dovuto lasciarlo dopo aver trovato una cartella dopo l’altra di porno hardcore sul suo portatile. Avrei dovuto lasciarlo dopo che si è iscritto a un sito di incontri mentre ero fuori città per il fine settimana. Avrei dovuto lasciarlo dopo che mi ha detto che non si vedeva fedele a una persona per il resto della sua vita. Avrei dovuto lasciarlo dopo che mi ha criticato a letto, dicendomi che non ero abbastanza eccitante. Avrei dovuto lasciarlo dopo che mi aveva trasformato in un paranoico, sospettoso, nervoso relitto.

Ero in una relazione con un dipendente dal sesso.

Dopo i recenti problemi matrimoniali di Ozzy e Sharon Osbourne, la dipendenza dal sesso è stata un argomento di conversazione, ma molte persone ancora non lo capiscono. Essere dipendenti dal sesso non significa voler fare sesso tutto il tempo. Una persona che vuole fare sesso con il proprio partner più volte a notte, ogni notte della settimana, non è un dipendente dal sesso. Avere un desiderio sessuale molto alto non è la stessa cosa che essere un dipendente dal sesso.

Secondo il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Psichiatrici (Volume Quattro), la dipendenza dal sesso è “l’angoscia per un modello di relazioni sessuali ripetute che coinvolgono una successione di amanti che sono vissuti dall’individuo solo come cose da usare”. Il manuale nota anche che la dipendenza dal sesso può comportare “la ricerca compulsiva di più partner, la fissazione compulsiva su un partner irraggiungibile, la masturbazione compulsiva, le relazioni amorose compulsive e la sessualità compulsiva in una relazione.”

Non sapevo nulla della dipendenza dal sesso prima di uscire con un dipendente dal sesso. Per alcuni tossicodipendenti, i loro pensieri e atti sessuali compulsivi non vanno oltre la masturbazione compulsiva, una dipendenza dalla pornografia o un uso costoso di servizi sessuali telefonici o online. Tutte queste cose si applicavano al mio ex. Ma non si fermava lì. Si recava in auto in noti luoghi pubblici del sesso per guardare altre persone impegnate in attività sessuali esibizioniste. Non so se partecipava; sospetto di sì. Fantasticava sullo stupro. In un’occasione, trasformò quella fantasia in realtà. All’epoca non lo vedevo come tale. Lo faccio ora.

Più: 7 sottili segni che il tuo partner è semplicemente tossico

Il nostro rapporto è peggiorato progressivamente mentre lui aumentava il comportamento di dipendenza per ottenere gli stessi risultati. Si è rivolto al gioco d’azzardo per cercare di replicare lo sballo che otteneva dai suoi atti sessuali compulsivi. Il nostro rapporto era a pezzi, ma a lui non importava. Era un drogato, e non poteva fermarsi.

Era, in una parola, un inferno. Ma il fatto è questo. Sono contenta che sia successo.

Essere in una relazione con un dipendente dal sesso mi ha indubbiamente cambiato in meglio – come donna e come partner. Prima di quella relazione, ero piuttosto passiva quando si trattava di sesso. La mia mancanza di autostima mi faceva mettere i bisogni del mio partner prima dei miei (sia dentro che fuori dalla camera da letto), e vedevo il sesso come una convalida. Se una persona voleva essere intima con me, significava che gli piacevo, il che significava che ero abbastanza buono/attraente/interessante/degno, giusto?

Ci è voluto molto tempo e molta terapia, ma dopo aver lasciato il sesso dipendente, ho iniziato a riconoscere dove avevo sbagliato in quella relazione. Avrei dovuto essere più forte – per entrambi. Sono rimasta con lui per anni oltre il punto in cui avrei dovuto insistere che si facesse aiutare per la sua dipendenza o andarsene. La più grande lezione che ho imparato da questa esperienza è che è sempre, sempre, sempre meglio essere infelici da soli che infelici con qualcun altro.

Ora ho un atteggiamento completamente diverso riguardo al sesso. So cosa voglio e non mi vergogno di chiederlo. Conosco la differenza tra una relazione sessuale sana e malsana. Non vedo più il mio ex sessuomane come uno stronzo bugiardo e traditore. Aveva problemi seri e aveva bisogno di un aiuto professionale. Avrei dovuto essere più gentile con lui quando ho finalmente capito la portata del suo problema. Avrei anche dovuto essere più gentile con me stessa. La sua dipendenza dal sesso non era un riflesso di me – come persona, come partner o come amante. Era completamente separata, e molto più forte del legame tra di noi.

Dodici anni dopo la mia relazione con un dipendente dal sesso, posso guardare indietro e dire che è stata una di quelle esperienze di vita che mi ha cambiato in meglio. Mi ha fatto imparare ad amare me stesso e a capire esattamente cosa volevo da un partner.

Più: 7 segni che puntano dritti alla dipendenza dal sesso

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.