Articles

Che cos’è la saggezza? Una definizione biblica di saggezza

La Bibbia ci insegna che la saggezza viene dall’alto ma inizia con il timore del Signore, quindi ecco la definizione biblica di saggezza nella speranza che tu possa ottenerla.

Vera saggezza

Quando ero giovane, pensavo di saperne molto di più del resto del mondo, e certamente dei miei genitori e nonni, ma ho scoperto che la saggezza degli uomini è stoltezza per Dio, ma una saggezza divina è al di sopra di ogni saggezza di questo mondo. La Parola del Signore ci dice chiaramente che “Il timore del Signore è l’inizio della conoscenza; gli stolti disprezzano la saggezza e l’istruzione” (Prov 1:7). C’è un punto di partenza per trovare la saggezza divina, ed è il timore del Signore. Per il seguace di Cristo, non è una paura di essere colpito a morte o la paura dell’inferno, ma un santo timore reverenziale, il rispetto e un’alta considerazione di Dio e della Sua Parola. Dove c’è una profonda riverenza per Dio e la Sua Parola, troverai la saggezza, ma se ti manca ancora la saggezza dopo tutto questo, allora fai quello che ci dice Giacomo: “Se qualcuno di voi manca di saggezza, la chieda a Dio, che dà generosamente a tutti senza rimprovero, e gli sarà data” (Giacomo 1:5). Il fatto che io abbia chiesto la saggezza divina di fronte ad alcune decisioni molto difficili ha fatto sì che la maggior parte di esse funzionasse bene per me. Non riesco a immaginare cosa sarebbe stato diverso se non avessi chiesto!

Saggezza divina

La Bibbia mostra ciò che ho imparato dall’esperienza, e cioè: “La saggezza è per gli anziani e la comprensione per la lunghezza dei giorni. “Con Dio ci sono saggezza e potenza; egli ha consiglio e comprensione” (Giobbe 12:12-13). Per me, la saggezza è venuta dal prendere alcune decisioni molto sciocche, tuttavia, più errori ho fatto, più ho imparato. Nella mia vita cristiana, non capivo che la “saggezza divina dall’alto è prima pura, poi pacifica, dolce, aperta alla ragione, piena di misericordia e di buoni frutti, imparziale e sincera” (Giacomo 3:17). Stavo ancora cercando la saggezza di questo mondo e la saggezza divina, ma la saggezza mondana “non è la saggezza che scende dall’alto, ma è terrena, non spirituale, demoniaca” (Giacomo 3:15). La saggezza divina sembra sciocca al mondo, mentre in realtà la saggezza dell’uomo è stoltezza per Dio. L’apostolo Paolo l’ha detto perfettamente, scrivendo che “la stoltezza di Dio è più saggia degli uomini e la debolezza di Dio è più forte degli uomini” (1 Cor 1,25), quindi “Beato chi trova la sapienza e chi ottiene la comprensione, perché il suo guadagno è migliore del guadagno dell’argento e il suo profitto migliore dell’oro” (Prov 3,13-14).

Comportamento saggio

Paolo ci dice in Efesini 5:15-17 di “Guardate dunque attentamente come camminate, non da stolti ma da saggi, facendo il miglior uso del tempo, perché i giorni sono cattivi. Non siate dunque stolti, ma capite qual è la volontà del Signore”, poiché “La via dello stolto è giusta ai suoi occhi, ma il saggio ascolta il consiglio” (Prov 12:15). Anche essendo un pastore anziano, ho bisogno di correzione, e la ricevo… dal mio mentore. È un pastore disabile che ora è in pensione, ma quest’uomo ha un sacco di esperienza, e la saggezza per andare con essa. Raccomanda di “Ascoltare i consigli e accettare l’istruzione, perché tu possa acquisire saggezza in futuro” (Prov 19:20). Un esempio è che lui sa quando parlare, cosa dire o quando non parlare affatto. A volte è meglio non dire nulla che dire qualcosa di cui ti pentirai, come “Chi trattiene le sue parole ha conoscenza, e chi ha uno spirito freddo è un uomo di comprensione. Anche lo stolto che tace è considerato saggio; quando chiude le labbra, è ritenuto intelligente” (Prov 17:27-28). Preferisco tacere su alcune cose piuttosto che parlare e rivelare pubblicamente la mia ignoranza. Quando due macchinisti stavano parlando prima dello studio della Bibbia, riuscivo a capire solo in parte quello che dicevano, quindi per me cercare di parlare loro in modo intelligente del loro lavoro sarebbe stato come un bambino di sette anni che cerca di dirgli come fare il suo lavoro. Sapevo quando parlare… e quando ascoltare, e ho scoperto che imparo le cose solo quando ascolto, non quando parlo.

Conclusione

C’è grande saggezza nel rispettare la legge di Dio. Naturalmente, sforzarsi di obbedire a Dio o di osservare la legge non ci salverà, e non possiamo comunque osservare la legge perfettamente, ma così come ogni tanto vado alla deriva oltre i 65 mph sull’interstatale, generalmente non corro. Mi piace rispettare il limite di velocità. Le conseguenze di infrangerlo non ne valgono la pena. Inoltre, nessuno tranne Cristo potrebbe mai osservare la legge con perfezione. Lui la perfezione di cui abbiamo bisogno per stare davanti a Dio. L’apostolo Paolo scrive che “Per noi ha fatto diventare peccato colui che non aveva conosciuto peccato, affinché noi potessimo diventare in lui la giustizia di Dio” (2 Cor 5,21). Anche se siamo dichiarati giusti davanti a Dio in Cristo, dovremmo comunque vivere in obbedienza ai comandi di Dio. Non intendo la perfezione, perché questo non è possibile per noi al di là del velo, ma dovremmo “osservarli e metterli in pratica, perché questo sarà la tua saggezza e la tua comprensione agli occhi dei popoli, i quali, quando ascolteranno tutti questi statuti, diranno: “Certamente questa grande nazione è un popolo saggio e intelligente”” (Deut 4:6). Spero che li condividerai con qualcuno che sta anche lui cercando di trovare la saggezza di Dio in modo che possa capire cos’è e come riceverla, quindi cerca la saggezza di Dio che viene dall’alto per i figli di Dio e per la gloria di Dio. In verità, la decisione più saggia che tu possa mai prendere è di mettere la tua fiducia in Cristo. Rifiutare Cristo è la cosa più sciocca che una persona possa mai fare, perché è l’unica via al Padre (Giovanni 6:44). Non c’è assolutamente nessun’altra via (Atti 4:12). Lui è “la” verità, “la” vita e “la via”, non una delle tante vie. C’è solo una via che attraversa la Gola Reale. Questo vi sembrerà riduttivo, ma almeno è una via, e una via è certamente meglio di nessuna via.

Articolo di Jack Wellman

Jack Wellman è pastore della Mulvane Brethren Church a Mulvane Kansas. Jack è uno scrittore di Christian Quotes e anche il Senior Writer di What Christians Want To Know la cui missione è quella di equipaggiare, incoraggiare ed energizzare i cristiani e di affrontare le domande sul cammino quotidiano del credente con Dio e la Bibbia. Puoi seguire Jack su Google Plus o controllare il suo libro Teaching Children the Gospel disponibile su Amazon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.