Articles

Come Starbucks fa soldi

Starbucks Corp. (SBUX) è rapidamente cresciuta fino a diventare la catena di caffetterie dominante nel mondo nel corso di cinque decenni, tostando, commercializzando e vendendo caffè speciale e un assortimento in continua espansione di altre bevande, cibo e prodotti di marca. Questi prodotti sono stati venduti attraverso più di 32.900 negozi in 83 mercati in tutto il mondo al 27 dicembre 2020. Le bevande sono il più grande generatore di entrate per tipo di prodotto. Il segmento delle Americhe rappresenta la stragrande maggioranza delle entrate per la società con sede a Seattle.

I principali concorrenti di Starbucks per le vendite di bevande al caffè sono altri negozi di caffè speciali. Mentre Starbucks domina il mercato statunitense, deve affrontare una concorrenza sempre più dura nei mercati internazionali, anche dal Regno Unito.Costa Coffee, una filiale di Coca-Cola Co. (KO); e dalla cinese Luckin Coffee Inc. (LKNCY).

Key Takeaways

  • Starbucks vende bevande, cibo e altri articoli in 83 mercati globali, Canada e America Latina.
  • Starbucks si sta concentrando sull’espansione internazionale e su nuovi prodotti per la crescita futura.
  • Quasi tutti i negozi di Starbucks hanno riaperto dopo essere stati chiusi per motivi legati alla pandemia di COVID-19.
  • Starbucks sta subendo una grande ristrutturazione, compresi i cambiamenti di leadership e le chiusure di negozi previste.

I risultati finanziari di Starbucks

Starbucks, come molti ristoranti e rivenditori, è stato gravemente colpito dagli impatti della pandemia COVID-19 nell’ultimo anno. La catena di caffè ha registrato un utile netto di 622,2 milioni di dollari per il Q1 del suo anno fiscale 2021 (FY), il periodo di tre mesi che si è concluso il 27 dicembre 2020. I guadagni netti sono scesi del 29,7% rispetto al trimestre dell’anno scorso. Il reddito operativo totale per il trimestre è stato di 913,5 milioni di dollari.

Il fatturato netto nel Q1 FY 2021 è stato di 6,7 miliardi di dollari, in calo del 4,9% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa. Suddiviso per tipo di prodotto, le bevande vendute all’interno dei negozi gestiti dalla società sono state responsabili del 63% del fatturato totale, mentre il cibo venduto nei negozi della società comprendeva il 17% del totale. Caffè e tè confezionati e monodose, articoli per il servizio, entrate da royalty e licenze, e altre voci comprendevano il 20% delle entrate totali.

Starbucks ha detto che il suo primo trimestre fiscale riflette il continuo recupero dagli effetti della pandemia. La società ha anche indicato che quasi tutti i suoi negozi gestiti dall’azienda e con licenza hanno riaperto dopo essere stati chiusi per motivi legati alla pandemia. Tuttavia, molti negozi stavano operando a meno della piena capacità durante il trimestre.

Settori di attività di Starbucks

Starbucks opera attraverso tre segmenti di attività principali e li suddivide in entrate e reddito operativo: Americas, International, e Channel Development. L’azienda fornisce anche dati su segmenti operativi non riportabili in una categoria “Corporate and Other”, che include spese non allocate. Corporate and Other ha registrato una perdita operativa di 355,6 milioni di dollari nonostante le entrate nette di 20,5 milioni di dollari nel primo trimestre dell’anno 2021. Questi dati, così come qualsiasi importo negativo, non sono stati utilizzati nel calcolo delle quote percentuali di segmento qui sotto né nei grafici a torta di cui sopra.

Americas

Il segmento Americas di Starbucks comprende negozi di proprietà della società e licenze negli Stati Uniti, Canada e America Latina. Il segmento rappresenta circa il 70% delle entrate totali del segmento della società. Ha registrato un fatturato netto di 4,7 miliardi di dollari nel Q1 FY 2021, in calo del 6,1% rispetto al trimestre di un anno fa. Il segmento ha riportato un reddito operativo di 813,5 milioni di dollari, un calo del 26,0% rispetto all’anno precedente. Le Americhe comprendono circa il 64% del reddito operativo totale del segmento.

Internazionale

Il segmento internazionale di Starbucks comprende le entrate e il reddito operativo dei negozi di proprietà e in licenza in Cina, Giappone, Asia Pacifico, Europa, Medio Oriente e Africa. Comprende quasi il 25% delle entrate totali del segmento. Il segmento ha registrato 1,7 miliardi di dollari di entrate nette nel primo trimestre dell’anno 2021, un aumento del 5,3% rispetto al trimestre dell’anno precedente. Il segmento internazionale ha registrato un reddito operativo di 274,8 milioni di dollari, in calo dello 0,4% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa. Rappresenta circa il 22% del reddito operativo totale di tutti i segmenti.

Channel Development

Il segmento Channel Development di Starbucks include caffè torrefatto in grani e macinato, incluso il Seattle’s Best Coffee; prodotti monodose a marchio Starbucks e Teavana; bevande pronte da bere come Frappuccino, Doubleshot, Refreshers, e tè freddo Teavana; e altri prodotti di marca venduti in tutto il mondo al di fuori dei negozi gestiti dall’azienda e in licenza.Il segmento Channel Development comprende meno del 6% delle entrate totali del segmento. Il fatturato netto del segmento è stato di 371,4 milioni di dollari, in calo del 24,9% rispetto al trimestre precedente. Il reddito operativo è aumentato del 3,0% a 180,8 milioni di dollari, comprendendo circa il 14% del reddito operativo totale del segmento.

Sviluppi recenti di Starbucks

Nel suo comunicato stampa sui guadagni del primo trimestre dell’anno 2021, rilasciato il 26 gennaio 2021, Starbucks ha notato in una nota che il Chief Operating Officer (COO) Roz Brewer stava lasciando la società alla fine di febbraio per accettare una posizione di chief executive officer (CEO) per un’altra società quotata in borsa. Le sue responsabilità operative principali sono state distribuite ad altri membri del team di leadership esistente di Starbucks.

Il 7 gennaio 2021, Starbucks ha annunciato che Patrick Grismer si sarebbe ritirato dalla sua posizione di vice presidente esecutivo e chief financial officer (CFO), a partire dal 1 febbraio 2021. Rachel Ruggeri, senior vice president of Finance, Americas, è stata nominata per succedere a Grismer.

Starbucks ha osservato nel suo Q1 FY 2021 filings che aveva annunciato durante il suo precedente anno fiscale che stava implementando un piano di ristrutturazione per ottimizzare il suo portafoglio di negozi del Nord America. Come parte di questo piano di ristrutturazione, la catena di caffè prevede di chiudere circa 800 negozi negli Stati Uniti e in Canada.

Come Starbucks riporta la diversità & Inclusività

Nell’ambito del nostro sforzo per migliorare la consapevolezza dell’importanza della diversità nelle aziende, offriamo agli investitori uno sguardo alla trasparenza di Starbucks e al suo impegno per la diversità, l’inclusività e la responsabilità sociale. Abbiamo esaminato i dati che Starbucks rilascia per mostrarvi come riporta la diversità del suo consiglio di amministrazione e della sua forza lavoro per aiutare i lettori a prendere decisioni di acquisto e di investimento istruite.

Di seguito una tabella di potenziali misure di diversità. Mostra se Starbucks divulga i suoi dati sulla diversità del suo consiglio di amministrazione, C-Suite, gestione generale, e dipendenti in generale, come è segnato con un ✔. Mostra anche se Starbucks scompone quei rapporti per rivelare la diversità di se stessa per razza, sesso, abilità, stato di veterano, e identità LGBTQ+.

Starbucks Diversity & Inclusiveness Reporting
Race Gender Ability Stato di veterano Orientamento sessuale
Consiglio di amministrazione
C-Suite
Direzione generale ✔ (U.S. Only) ✔ (solo USA)
Dipendenti ✔ (solo USA) ✔ (U. S. Solo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.