Articles

I più grandi soprannomi della boxe tra cui ‘Macho’ Camacho, ‘The Nigerian Nightmare’ e Owen ‘What the Heck’ Beck

Lo sport della boxe è disseminato di soprannomi da combattimento, dai più grandiosi ai più bizzarri.

Alcuni dei più grandi pugili sono meglio conosciuti con i loro soprannomi, da “Smokin” Joe Frazier a “Iron” Mike Tyson.

'Iron' Mike Tyson era una forza nella divisione dei pesi massimi quando irruppe sulla scena a metà degli anni '80
‘Iron’ Mike Tyson era una forza nella divisione dei pesi massimi quando irruppe sulla scena a metà degli anni ’80Credit: Getty Images – Getty

C’è anche un sacco di pugili meno conosciuti che stanno colpendo sopra il loro peso con soprannomi di rilievo.

Ecco una lista di alcuni dei più grandi nomi di questo sport.

Manny ‘Pacman’ Pacquiao

Manny “Pacman” Pacquiao è il primo uomo nella boxe a vincere campionati mondiali in otto diverse classi di peso e ha detenuto quattro titoli mondiali riconosciuti in queste divisioni.

E’ stato votato combattente dell’anno dalla Boxing Writers Association of America e dalla rivista The Ring in tre diverse occasioni.

Manny 'Pacman' Pacquiao ha vinto 12 campionati mondiali in otto diverse classi di peso
Manny ‘Pacman’ Pacquiao ha vinto 12 campionati mondiali in otto diverse classi di pesoCredit: Getty Images – Getty

“Pacman” ha battuto e combattuto i più grandi nomi della sua generazione, tra cui Juan Manuel Marquez, Oscar De La Hoya, Ricky Hatton, Miguel Cotto, Shane Mosley e Floyd Mayweather.

La corsa senza precedenti di Pacquiao lo ha trasformato in una star internazionale e in un eroe nel suo paese d’origine, le Filippine.

Samuel ‘The Nigerian Nightmare’ Peter

Conosciuto per la sua potenza di pugni e per il 78.9 per cento di knockout-to-win ratio, Samuel Peter era conosciuto come “The Nigerian Nightmare” per una ragione.

Il picchiatore è esploso sulla scena dei pesi massimi in un momento in cui la divisione aveva disperatamente bisogno di sangue nuovo.

Samuel 'The Nigerian Nightmare' Peter era noto per la sua potenza nei pugni e per il suo 78,9% di knockout-to-win ratio
Samuel ‘The Nigerian Nightmare’ Peter era noto per la sua potenza nei pugni e per il suo 78,9% di knockout-to-win ratio.9 per cento knockout-to-win ratioCredit: Getty Images – Getty

Nel 2005, ha perso una decisione unanime contro Kitschoko, futuro campione dei pesi massimi di Wladimir, nonostante l’ucraino sia stato eliminato tre volte.

Il duo ha avuto una rivincita tre anni dopo, ma questa volta Peter ha perso decisamente per ko al 10° round.

“L’incubo nigeriano” avrebbe finalmente catturato il titolo dei pesi massimi WBC nel 2008, quando ha sconfitto Oleg Maskaev.

‘Iron’ Mike Tyson

“Iron” Mike Tyson entrò nella divisione dei pesi massimi a metà degli anni ’80, vantando una potenza devastante, velocità e ferocia che intimidirono molti dei suoi avversari.

Nel 1986, Tyson fu incoronato campione dei pesi massimi WBC dopo aver sconfitto il campione Trevor Berbik per TKO.

'Iron' Mike Tyson fu soprannominato l''Uomo più cattivo del pianeta' a causa della sua potenza e della sua incredibile abilità di knock out
‘Iron’ Mike Tyson fu soprannominato l”Uomo più cattivo del pianeta’ a causa della sua potenza e della sua incredibile abilità di knock outCredit: Getty Images – Getty

A 20 anni divenne il più giovane campione dei pesi massimi della storia e divenne il primo pugile dei pesi massimi a unificare i titoli IBF, WBA e WBC.

Con tutti i suoi riconoscimenti, Tyson fu soprannominato “l’uomo più cattivo del pianeta”, concludendo la sua carriera con 44 vittorie per k.o.

“L’uomo magro esplosivo” Alexis Arguello

Il nicaraguense Alexis Arguello fu uno dei pugili più devastanti della boxe, che gli valse il soprannome di “Uomo magro esplosivo”.”

Arguello è stato tre volte campione del mondo ed è uno dei pochi pugili a non aver mai perso i suoi titoli sul ring.

Per un pugile dei pesi piuma, Alexis Arguello era un pugile devastante, che gli valse il soprannome di 'The Explosive Thin Man'
Per un pugile dei pesi piuma, Alexis Arguello era un pugile devastante, che gli valse il soprannome di ‘The Explosive Thin Man’Credit: Getty Images – Getty

Tutti i suoi campionati sono stati incamerati quando è passato a una classe di peso superiore per perseguire una nuova sfida.

Ha continuato a competere in cinque classi di peso durante una carriera di successo: pesi banta, pesi piuma, super pesi piuma, pesi leggeri e pesi welter leggeri.

Thomas ‘The Hitman’ Hearns

Quando si parla di grandi soprannomi per la boxe non si guarda oltre Thomas Hearns.

Che sia il noto “Hitman” o il “Motor City Cobra”, non ci sono dubbi che Hearns si sia guadagnato entrambi.

Era uno dei pugili più temuti della sua generazione e ha combattuto tutti i grandi della sua epoca.

Thomas 'The Hitman' Hearns ha combattuto due volte Sugar Ray Leonard, che sono ampiamente considerati alcuni dei più grandi combattimenti nella boxe
Thomas ‘The Hitman’ Hearns ha combattuto due volte Sugar Ray Leonard, che sono ampiamente considerati alcuni dei più grandi combattimenti nella boxeCredit: Getty – Contributor

“The Hitman” ha vinto campionati mondiali in cinque classi di peso, dai pesi welter fino ai pesi massimi leggeri.

Salì sul ring con grandi come Wilfred Benitez, Roberto Duran, Sugar Ray Leonard e Marvin Haler.

I suoi due combattimenti contro Sugar Ray sono considerati tra i più grandi della storia della boxe, mentre il round iniziale contro Hagler nel 1985 è probabilmente il più brutale mai visto in questo sport.

Michael ‘Second To’ Nunn

L’ex campione dei pesi medi Michael “Second To” Nunn è stato un pugile dilettante di spicco prima di diventare professionista.

Ha vinto i titoli mondiali dei pesi medi e super medi, e ha avuto qualche scontro con i pesi massimi leggeri.

Nunn era un abile southpaw di un metro e ottanta che aveva un pugno pesante.

Il southpaw Michael 'Second To' Nunn, alto 1,2, era noto per il suo pugno pesante nella divisione dei pesi medi
Il southpaw Michael ‘Second To’ Nunn, alto 1,2, era noto per il suo pugno pesante nella divisione dei pesi mediCredit: Getty Images – Getty

Era una forza nella divisione dei pesi medi a metà degli anni 80 e negli anni 90.

Nel 1988, dominò Frank Tate per vincere il suo primo titolo IBF dei pesi medi.

Nel 2004, dopo essersi ritirato dallo sport, fu condannato a 24 anni per traffico di droga.

‘The Golden Boy’ Oscar De La Hoya

Sono pochi i pugili che hanno raggiunto le vette come Oscar De La Hoya.

“The Golden Boy” è considerato l’uomo che ha rimesso la boxe “in piedi” quando è entrato in scena nei primi anni ’90 – e ha continuato a cambiare lo sport dopo il suo ritiro attraverso la sua società Golden Boy Promotions.

'The Golden Boy' Oscar De La Hoya è considerato l'uomo che ha rimesso in piedi lo sport della boxe'
‘The Golden Boy’ Oscar De La Hoya è considerato l’uomo che ha rimesso in piedi lo sport della boxe’Credit: Getty Images – Getty

De La Hoya ha vinto l’oro olimpico alle Olimpiadi estive di Barcellona 1992, che gli ha fatto guadagnare il suo famoso soprannome.

Nel corso della sua illustre carriera, De La Hoya ha sconfitto 17 campioni del mondo, ha vinto 10 titoli mondiali in sei classi di peso ed è diventato il pugile che ha incassato di più nella storia.

Hector ‘Macho’ Camacho

Hector “Macho” Camacho era noto sul ring per la sua rapidità, il suo abbigliamento bizzarro e lo stile sgargiante.

“Macho” ha gareggiato in sette classi di peso, dai super pesi piuma fino ai super pesi medi.

Il grande Hector 'Macho' Camacho era noto sul ring per la sua rapidità, lo stile sgargiante e l'abbigliamento appariscente
Il grande Hector ‘Macho’ Camacho era noto sul ring per la sua rapidità, lo stile sgargiante e l’abbigliamento appariscenteCredit: Getty Images – Getty

Il portoricano ha vinto il suo primo titolo mondiale con un knockout al quinto round sull’ex campione Rafael Limon nel 1983.

Durante la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90, Camacho ha avuto combattimenti notevoli contro Julio Cesar Chavez, Oscar De La Hoya, Felix Trinidad, Jose Luis Ramirez e un Roberto Duran e Sugar Ray Leonard.

“Macho” è morto nel 2012 dopo che gli hanno sparato mentre era seduto in macchina fuori da un bar nella sua nativa Bayamon.

Owen ‘What the Heck’ Beck

Durante la metà degli anni 2000, Owen Beck è stato un solido combattente nella divisione dei pesi massimi, anche se mai uno dei grandi.

Ogni volta che saliva sul ring contro un avversario decente Beck tendeva a perdere.

La sua caduta dalla grazia trasformò Owen 'What the Heck' Beck in un peso massimo ambulante, che gli valse uno dei soprannomi più divertenti della boxe
La sua caduta dalla grazia trasformò Owen ‘What the Heck’ Beck in un peso massimo ambulante, che gli valse uno dei soprannomi più divertenti della boxeCredit: Getty Images – Getty

Ha sfidato per il titolo mondiale una volta nella sua carriera, che si è conclusa con una sconfitta per ko al quinto round contro Nikolai Valuev nel 2006.

Verso la fine della sua carriera – avendo perso i suoi ultimi otto combattimenti – Beck è diventato più di un journeyman.

Ancora, non c’è dubbio sulla grandezza del suo soprannome: Owen “What the Heck” Beck.

‘Marvelous’ Marvin Hagler

“Marvelous” Marvin Hagler divenne la forza dominante nella divisione dei pesi medi nei primi anni 70.

Ha raggiunto l’apice della divisione nel 1980 quando è stato incoronato campione dei pesi medi WBA, WBC e The Ring dopo la sua vittoria contro Alan Minter.

Hagler si colloca costantemente tra i primi cinque pesi medi di tutti i tempi – ed è ricordato per una controversa sconfitta per decisione contro “Sugar” Ray Leonard nel 1987.

Maraviglioso' Marvin Hagler è spesso considerato uno dei cinque migliori pesi medi di tutti i tempi
Maraviglioso’ Marvin Hagler è spesso considerato uno dei cinque migliori pesi medi di tutti i tempiCredit: Getty – Contributor

L’incontro fu combattuto con un numero uguale di colpi da parte dei due pugili, ma Hagler fu il più aggressivo.

Il verdetto per Leonard rimane molto discusso, con molti che chiamano la vittoria per Hagler.

‘Manos De Piedra’ Roberto Duran

Roberto “Hands of Stone” Duran è uno dei soprannomi più iconici di tutto lo sport, legato a un uomo ampiamente considerato il più grande peso leggero che abbia mai messo piede sul ring.

Duran ha vinto titoli mondiali in quattro classi di peso: pesi leggeri, pesi welter, pesi medi junior e pesi medi.

Roberto Duran è considerato il più grande peso leggero della storia della boxe
Roberto Duran è considerato il più grande peso leggero della storia della boxeCredit: Getty Images – Getty

Un attaccabrighe sul ring, le prestazioni più notevoli di Duran sono state contro Sugar Ray Leonard, che ha sconfitto in modo spettacolare in una decisione di 15 round al “The Brawl in Montreal” nel 1980.

La rivincita più tardi quell’anno divenne il famigerato momento “No Mas”, quando Duran si ritirò inspiegabilmente all’ottavo round di un combattimento molto vicino.

Mike ‘The Bodysnatcher’ McCallum

Mike “The Bodysnatcher” McCallum ha dominato la divisione dei pesi medi leggeri durante la metà degli anni ’80.

McCallum ha guadagnato il suo soprannome grazie alla sua capacità di sferrare feroci pugni al corpo.

Durante la metà degli anni '80, Mike 'The Bodysnatcher' McCallum si guadagnò il suo soprannome grazie alla sua capacità di sferrare precisi pugni al corpo sui suoi avversari
Durante la metà degli anni ’80, Mike ‘The Bodysnatcher’ McCallum si guadagnò il suo soprannome grazie alla sua capacità di sferrare precisi pugni al corpo sui suoi avversariCredit: Getty Images – Getty

Vince il titolo dei pesi medi junior nel 1984 e difende con successo la cintura sette volte prima di passare ai pesi medi.

Il suo primo tentativo di conquistare il titolo dei pesi medi non ebbe successo, ma alla fine fu incoronato campione nel 1990.

Un McCallum scaltro e duro si assicurò il suo terzo titolo mondiale in una terza classe di peso dopo aver vinto il campionato WBC dei pesi massimi leggeri.

‘Smokin’ Joe Frazier

“Smokin” Joe Frazier è stato sia una medaglia d’oro olimpica che campione indiscusso dei pesi massimi del mondo.

Durante la sua leggendaria carriera ha sconfitto molti dei migliori pesi massimi, inclusi Jerry Quarry, Buster Mathis, Eddie Machen e Jimmy Ellis.

'Smokin' Joe Frazier fu il primo uomo a sconfiggere il leggendario Muhammad Ali nel 1971
‘Smokin’ Joe Frazier fu il primo uomo a sconfiggere il leggendario Muhammad Ali nel 1971Credit: Getty Images – Getty

La sua vittoria più famosa avvenne nel 1971, quando fu il primo pugile a sconfiggere Muhammad Ali al Madison Square Garden con una netta decisione all’unanimità.

Titolato “Il combattimento del secolo”, Frazier mandò Ali all’ospedale con la mascella rotta.

“Smoking” Joe avrebbe perso i suoi titoli due anni dopo contro l’artista del knockout George Foreman.

‘The Brown Bomber’ Joe Louis

Conosciuto come “The Brown Bomber”, Joe Louis è considerato da molti il più grande pugile dei pesi massimi di tutti i tempi, anche meglio di Muhammad Ali.

Louis ha detenuto il campionato mondiale dei pesi massimi per un record di 140 mesi – quasi 12 anni.

Durante il suo regno, ha fatto un record di 25 difese del titolo.

'The Brown Bomber' Joe Louis è spesso considerato il più grande pugile dei pesi massimi di tutti i tempi
‘The Brown Bomber’ Joe Louis è spesso considerato il più grande pugile dei pesi massimi di tutti i tempiCredit: Popperfoto – Getty

Salito alla ribalta nei primi anni ’30, Louis ha messo in campo una potenza di pugni devastante e ha il merito di essere diventato una delle prime icone culturali afro-americane negli Stati Uniti.

“Il più grande” Muhammad Ali

“Il più grande” Muhammad Ali è stato semplicemente uno dei migliori pugili che abbia mai messo piede su un ring.

È stato un combattente, un’icona e un simbolo del movimento contro la guerra che ha conquistato la nazione alla fine degli anni ’60.

Nel 1967, Ali, che era stato campione del mondo per tre anni, rifiutò il servizio di leva per la guerra del Vietnam e fu privato di entrambi i titoli e della sua licenza di boxe.

Nominato 'The Greatest,' Muhammad Ali era semplicemente quello
Nominato ‘The Greatest,’ Muhammad Ali era semplicemente quelloCredit: Getty Images – Getty

Fu arrestato e condannato con l’accusa di evasione dal servizio di leva, ma non scontò mai il tempo in prigione, con il suo appello confermato dalla Corte Suprema.

Ali avrebbe partecipato ad alcuni dei migliori combattimenti nella storia della divisione dei pesi massimi, affrontando “Smokin” Joe Frazier in un trio di incontri.

Le vittorie su Buster Mathis, Jerry Quarrey, Floyd Patterson, Bob Foster e Ken Norton furono straordinarie, mentre l’incredibile incontro da sfavorito di Ali contro George Foreman è entrato nella leggenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.