Articles

Microsoft Professional Program Is Ending

Venerdì sera tardi, Microsoft ha annunciato che stava ritirando il Microsoft Professional Program. La reazione di molti è stata un generale “Che cos’è comunque?”. I lettori frequenti di questo blog riconosceranno il programma in cui ho guadagnato certificazioni in Data Science, Big Data e Intelligenza Artificiale. Ero anche a un passo dalle certificazioni in Cybersecurity e Analisi dei dati. Quindi, si potrebbe dire che ero un fan del programma, e mi dispiace vederlo scomparire.

Questa non è la prima volta che Microsoft ha cancellato un programma di certificazione in ritardo il venerdì sera. Non so perché Microsoft scelga di comunicare in un modo così povero, come se cercassero di nascondere qualcosa. Forse vogliono evitare di avere una discussione. Sarebbe stato bello avere una chiamata con gli attuali MVP per informarci in anticipo. Almeno avremmo potuto fornire un feedback generale sul programma.

Siccome non ho avuto la possibilità di fornire un feedback, è quello che farò qui, nella remota possibilità che qualcuno di Microsoft possa leggere.

In primo luogo, il MPP aveva un bel modello, sfruttando il contenuto con edX.org. La qualità del contenuto era spesso di alto livello. Ma di tanto in tanto si otteneva un corso che era, beh, di qualità inferiore. E ho notato che alcuni dei corsi successivi avevano più contenuti di qualità inferiore rispetto ai corsi precedenti. Ancora, era una grande opzione per l’apprendimento autonomo.

In secondo luogo, ho *amato* il modo in cui ero in grado di verificare il corso gratuitamente. Se passavo, pagavo i 100 dollari per la verifica e continuavo a lavorare per il certificato del corso (spesso 10 classi in totale). Circa un anno fa hanno cambiato questo modello. Non si poteva più fare valutazioni o esami senza pagare i 100 dollari in anticipo. Questo era frustrante, perché alcuni corsi erano di così scarsa qualità che le valutazioni non sembravano funzionare. I forum di supporto contengono molte discussioni riguardanti i laboratori che non funzionano. Essere invitati a pagare per qualcosa che potrebbe non funzionare non è un buon modello, IMO. È una delle ragioni per cui non ho provato a finire quel corso, perché continuo a vedere problemi con la classificazione.

Infine, non ho idea di cosa succede alle mie certificazioni ora. Ho letto che dovrei stamparle, ma a che scopo? Oh beh, avendo già percorso questa strada con l’MCM so che la conoscenza è ancora con me, anche se la certificazione è persa nel tempo.

Così, eccoli qui, per sempre, in un posto, nel caso in cui ho bisogno di stamparli per qualche motivo.

Perché sto imparando la scienza dei dati

certificazione big data della Microsoft academy

certificata in intelligenza artificiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.