Articles

Susan Atkins | The Family | Cielodrive.com | Sharon Tate and The Charles Manson Family Murders

susan atkins

Susan Denise Atkins è nata in California il 7 maggio 1948. Sua madre era malata di cancro e morì quando Susan era ancora adolescente. Litigando costantemente con il padre alcolizzato, Susan decise di mettersi in viaggio, abbandonando la scuola e trasferendosi a San Francisco. Trovò un lavoro come telemarketer per una società che vendeva abbonamenti a riviste, affittò una stanza e presto si ritrovò povera, sola e depressa. Alla fine ha lasciato il suo lavoro di telemarketing e ha iniziato a servire ai tavoli in una caffetteria locale. Fu lì che incontrò una coppia di evasi e decise di mettersi in viaggio con loro. I tre commisero diverse rapine a mano armata lungo la costa occidentale, e alla fine furono catturati in Oregon. Gli uomini furono mandati in prigione e Susan ottenne la libertà vigilata dopo aver scontato tre mesi di carcere. Quando fu rilasciata, tornò a San Francisco e trovò lavoro come ballerina in topless. Fu lì che ballò in uno spettacolo chiamato Witches’ Sabbath organizzato dal fondatore della Church of Satan Anton LaVey.

AKA: Sadie Mae Glutz, Sexy Sadie, Donna Kay Powell, Sharon King

DOB: 05/07/48

DOD: 09/24/09

ID prigioniero: W08304

Prigione: California Institute for Women(at Frontera)

Testimonianza:

12/05/69 Grand Jury Testimony

Trascrizione dell’udienza per la libertà condizionata:

09/02/09 Udienza sulla parola

06/01/05 Udienza sulla parola

Dopo aver lasciato il suo lavoro, Susan incontrò Charles Manson. La sua esperienza con lui ebbe un profondo effetto su di lei, e decise di lasciare San Francisco per viaggiare con la famiglia a Los Angeles. Quando la famiglia ottenne dei documenti falsi, Manson le diede il nome di Sadie Glutz. Tex Watson avrebbe detto in seguito che Susan era una delle più grandi cheerleader di Charlie. Sadie sembrava divertirsi nelle missioni “Creepy Crawler”; vestiti di nero, i membri della famiglia si intrufolavano in case casuali di notte, mentre la gente dormiva. All’interno si muovevano furtivamente, risistemando le cose e rubando.

Le richieste di attenzione di Sadie la misero spesso in conflitto con Manson. Si dice che fu cacciata dalla famiglia per un po’, e fu spesso incolpata di aver fatto contrarre la famiglia con lo scolo. Susan fu tra i membri della famiglia che vissero a Mendocino California per un breve periodo di tempo. Il gruppo fu arrestato dopo aver dato LSD a un gruppo di ragazzi del posto, e al loro processo furono soprannominate le “Streghe di Mendocino”. Nell’ottobre del 1968, Sadie diede alla luce un bambino, che chiamò Zezozecee Zadfrack. Dopo la nascita di Zadfrack, Atkins passò del tempo a riprendersi alla Fountain Of The World, un vicino ritiro religioso.

Nel 1969, Susan era presente ad entrambi gli omicidi Hinman e Tate. Susan, Mary Brunner, e Bobby Beausoleil, a turno soffocarono Gary Hinman con un cuscino dopo che Beausoleil lo aveva pugnalato due volte. Settimane dopo, la Atkins prese parte agli omicidi di Cielo Drive, pugnalò Wojciech Frykowski alle gambe circa 4 volte, e aiutò Charles “Tex” Watson ad uccidere Sharon Tate. Uscendo di casa, scrisse “PIG” sulla porta d’ingresso, con il sangue della Tate. Quando la famiglia fu radunata nella Death Valley, Kitty Lutesinger implicò Susan nell’omicidio Hinman. Mentre era in prigione, Susan si vantò degli omicidi della Tate con i suoi compagni di cella, che poi lo dissero alla polizia, e 6 membri della famiglia, incluso Atkins, furono accusati degli omicidi Tate-Labianca.

In dicembre, Susan andò davanti ad un Grand Jury di Los Angeles e raccontò tutto. All’inizio, sarebbe stata la testimone principale dell’accusa, sperando di evitare la pena di morte. Ma prima dell’inizio del processo, Susan si rimangiò tutto quello che aveva detto al Grand Jury e rinnovò la sua fedeltà a Manson. Dopo un processo di nove mesi, Susan fu condannata per sette capi d’accusa di omicidio di primo grado e un’accusa di cospirazione per omicidio. Nel marzo del 1971, lei e i suoi coimputati furono condannati a morte.

Susan fu mandata al California Institute for Women, dove sia Leslie Van Houten che Patricia Krenwinkel la evitarono per aver fatto la spia sulla famiglia. Nel frattempo, un medico adottò il figlio di Susan, Zezozecee Zadfrack, il cui nome fu cambiato in Paul. A metà degli anni ’70, un membro della famiglia, Bruce Davis, ha avvicinato Susan a Gesù. La Atkins affermò che Gesù entrò nella sua cella e lei nacque di nuovo. Nel 1977, l’anno prima della sua prima udienza per la libertà condizionata, Susan scrisse un’autobiografia con Bob Slosser intitolata Child of Satan, Child of God. Dalla sua incarcerazione nel 1971, Susan ha ricevuto solo quattro scritti minori. Nel 1981, ha sposato un texano di nome Donald Lee Laisure. Era stata in corrispondenza con Laisure per anni, ma lui le aveva mentito per tutto il tempo. Laisure, che in precedenza era stato sposato 35 volte, sosteneva di essere un milionario, cosa che non era. Quando Susan lo scoprì, tre mesi dopo il loro matrimonio, chiese il divorzio. Si sposò di nuovo nel 1987, questa volta con un uomo chiamato James W. Whitehouse (uno studente di legge quindici anni più giovane di lei).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.