Articles

The Physical Therapy Advisor

Q. Il mio ginocchio ha iniziato a farmi male circa due settimane fa. Ho notato un gonfiore nella parte posteriore del ginocchio. È doloroso quando piego o raddrizzo il ginocchio. Ho cercato i sintomi su WebMD. Penso che potrei avere una ciste di Baker, ma non sono sicuro di cosa fare ora. Il tuo parere sarebbe apprezzato, grazie! -Patti

A. Grande domanda, Patti! I sintomi che stai descrivendo sembrano essere causati da una cisti di Baker. Un’altra diagnosi comune con sintomi simili sarebbe una lesione del menisco. Ti consiglio di leggere il mio post precedente sul dolore del menisco, Q & A: 7 suggerimenti per sbarazzarsi del dolore al ginocchio. Gran parte del consiglio si riporterà su entrambe le condizioni.

La cisti di Baker, nota anche come cisti poplitea, è un sacco pieno di liquido che si forma nella parte posteriore del ginocchio. Il liquido sinoviale dall’interno del ginocchio spinge fuori in un sacco pieno di fluido nella parte posteriore del ginocchio. Le dimensioni delle cisti possono variare selvaggiamente così come i sintomi. La cisti può essere vista meglio quando una persona è in piedi. Può o non può essere tenero al tatto. Infatti, si può avere o non avere alcun sintomo.

BakersCyst_Arrows

I sintomi della cisti di Baker includono:

  • rigidità o tensione nella parte posteriore del ginocchio, coscia o polpaccio superiore.
  • Volori dietro il ginocchio. Se la ciste si rompe, allora il gonfiore può essere anche nella parte inferiore della gamba e nell’area del polpaccio.
  • Il dolore è più tipicamente descritto dietro il ginocchio, particolarmente con la piena flessione (piegamento) o estensione (raddrizzamento). Una persona può anche provare dolore nella parte superiore del polpaccio o nella parte posteriore della coscia.
  • Un’altra lamentela comune è il dolore quando si sta seduti a causa della sedia che tocca o sfrega l’area dietro il ginocchio (nota come spazio popliteo).

Non è sempre del tutto noto perché si sviluppi una cisti di Baker. Nella mia esperienza clinica, le ho viste formarsi per i seguenti motivi:

  • Artrite reumatoide (RA)
  • Osteoartrite (OA)
  • Recente lesione al ginocchio o post operazione al ginocchio
  • Momeccanica scadente della parte inferiore della gamba, che può portare ad altre forme di dolore al ginocchio oltre alla cisti di Baker.

Le cisti di Baker devono essere diagnosticate da un medico. Il trattamento medico delle cisti di solito comporta un corso di farmaci antinfiammatori (per via orale), un’iniezione di cortisone, l’aspirazione del liquido utilizzando un ago, e/o la rimozione chirurgica. La buona notizia è che spesso una cisti di Baker si risolve da sola se le si dà tempo. Riposare e trattare qualsiasi sintomo che si può sperimentare.

La terapia fisica può anche essere indicata, in particolare se la ciste si è formata a causa del dolore dell’osteoartrite, un recente infortunio/trauma/intervento chirurgico al ginocchio, o a causa della scarsa biomeccanica degli arti inferiori. Nella maggior parte dei casi, ho visto cisti di Baker trattate con successo e in modo conservativo sia da un fisioterapista che da un medico che lavorano insieme per affrontare il problema.

La riabilitazione per una cisti di Baker è un processo molto simile al trattamento del dolore al menisco. I seguenti 10 consigli vi aiuteranno a riabilitare il vostro ginocchio. Dovresti sperimentare un miglioramento dei tuoi sintomi in poche settimane o meno quando inizi questo programma. A seconda della gravità, potrebbe essere necessario più tempo per un recupero completo. Se il dolore continua o peggiora, è probabile che siano necessarie ulteriori valutazioni e controlli.

10 Suggerimenti su come auto-trattare una cisti di Baker:

1. Riposo. Inizialmente, prenditi del tempo in più per riposare la zona dolorosa. Il dolore e il gonfiore sono probabilmente peggiorati a causa di un cambiamento nel livello di attività. Se il dolore è più grave, si può scegliere di utilizzare un bastone o una stampella inizialmente per togliere il peso dal ginocchio.

2. Ghiaccio. Applicare il ghiaccio sul ginocchio e dietro il ginocchio in particolare. La regola generale è di ghiacciare non più di 20 minuti all’ora. Non mettere il ghiaccio direttamente contro la pelle, specialmente se si usa un impacco freddo in stile gel. Gli individui con una cattiva circolazione o una sensazione compromessa dovrebbero prestare particolare attenzione quando ghiacciano. Un sacchetto di piselli congelati può essere ideale in questa situazione.

3. Compressione. La compressione aiuta a prevenire e diminuire il gonfiore. Il gonfiore può causare un aumento del dolore e rallentare la risposta di guarigione. Limitarlo il più possibile. Si potrebbe utilizzare un comune bendaggio ACE o si potrebbe acquistare un paio di calze a compressione leggera da banco. Se si utilizza una calza di compressione, sarà necessario essere almeno coscia alta come questi Jobst Relief Therapeutic Thigh High Stockings. Non usare una versione alta al ginocchio, potresti peggiorare il gonfiore e il dolore. Non applicare nessuna compressione troppo stretta perché potrebbe causare intorpidimento o formicolio nella gamba, nel piede o nelle dita dei piedi.

4. Tecniche di taping. Il taping in stile kinesiologico ha dimostrato di essere efficace nel ridurre l’infiammazione. A causa della posizione del gonfiore, avrete bisogno dell’aiuto di qualcuno addestrato nello stile specifico del taping kinesiologico. Molti fisioterapisti (PT), preparatori atletici (ATC), o chiropratici hanno una formazione in queste tecniche. Impara come applicare il nastro kinesiologico per un’articolazione del ginocchio gonfia (edema) guardando questo video di YouTube che dimostra la tecnica corretta. (Tuttavia, il taping sarebbe sul lato posteriore del ginocchio, non sulla parte anteriore come mostrato). Ho avuto fortuna usando le marche KT TAPE, RockTape Kinesiology Tape e Mummy Tape. La tecnica è abbastanza elementare, quindi il vostro coniuge o un amico può essere in grado di applicarlo per voi.

5. Se fa male, non farlo! Modificare l’attività o interromperla completamente. Se il ginocchio ti fa male quando esegui uno squat, allora inizialmente non andare così in profondità nell’esercizio. Questo vale anche per un affondo o uno step up. Modificate ogni esercizio secondo necessità e non compromettete la tecnica per completare un esercizio. Una tecnica scadente non farà altro che aumentare il rischio di lesioni altrove o rendere il ginocchio più doloroso e irritato.

6. Riscaldatevi prima dell’esercizio. Vi consiglio di aumentare il vostro normale tempo di riscaldamento di almeno 10 minuti per aumentare il flusso di sangue nella zona. Questo permette una migliore mobilità e favorisce anche la guarigione perché il movimento è necessario per portare i nutrienti. Usa inizialmente una cyclette o un vogatore per riscaldare i muscoli e lubrificare l’articolazione del ginocchio.

7. Migliora il tuo Range of Motion (ROM). L’obiettivo del programma di riabilitazione è di riguadagnare un ROM completo e senza dolore. Questo può essere realizzato in molti modi. Eseguire scivolamenti del tallone sdraiandosi sulla schiena e facendo scivolare il tallone verso le natiche. Anche andare in bicicletta stazionaria può essere utile. Ricorda, l’obiettivo principale è quello di riacquistare il ROM senza dolore. Se sperimentate tensione e indolenzimento muscolare, vi consiglio di usare un foam roller per aiutare con qualsiasi sintomo miofasciale. Per sapere come usare un foam roller, fare riferimento a Foam Rolling per la riabilitazione. Non usare il foam roller direttamente dietro il ginocchio.

8. Lavorare sul rafforzamento. L’obiettivo primario di un programma di rafforzamento è quello di lavorare sul rafforzamento del quadricipite e del glut medius (abduzione dell’anca). Queste aree sono comunemente deboli, il che può portare a una cattiva biomeccanica del ginocchio e causare dolore e instabilità. Il sollevamento pesi è una scelta appropriata, ma potrebbe essere necessario limitare inizialmente la gamma di movimento (ROM). La maggior parte dei miei clienti iniziano con un programma di non portare pesi, poi progrediscono fino a portare pesi parziali e, infine, a portare pesi completi. Più gravi sono i sintomi, più tempo ci vorrà per un individuo per progredire verso esercizi più difficili.

Per iniziare un programma di terapia fisica, si prega di fare riferimento agli Esercizi di riabilitazione della cisti di Baker. Questa guida agli esercizi è progettata per affrontare i muscoli che trovo essere i più deboli nella maggior parte degli individui. Gli esercizi sono elencati dal più facile al più impegnativo e sono progettati principalmente per migliorare i quadricipiti e il rafforzamento dell’anca. Iniziate con esercizi come il sollevamento delle gambe dritte (possibilmente con un peso alla caviglia) e il bridging (una o entrambe le gambe). Anche gli squat a muro, tenendo il tempo, funzionano bene. Una Thera-Band Exercise Band può essere legata intorno alle cosce sopra le ginocchia per rendere i fianchi più impegnati.

Gli esercizi di allenamento con i pesi (con macchine o pesi liberi) dovrebbero essere orientati al rafforzamento generale delle gambe e possono includere: squat; leg press; macchina per l’abduzione dell’anca; step up; dead lift; e dead lift a gamba tesa. Se sono necessarie ulteriori istruzioni, cercate su YouTube per vedere la tecnica corretta per un esercizio specifico. Se il ROM completo sta causando un aumento del tuo dolore, allora hai bisogno di rimanere entro il tuo limite senza dolore mentre lavori sul ROM separatamente dall’allenamento con i pesi.

Inizialmente, avrai probabilmente bisogno di ridurre le tue attività. La velocità con cui l’esercizio viene eseguito durante le lezioni di gruppo è tipicamente troppo veloce per un individuo che sta esercitando correttamente e in modo sicuro il suo ginocchio durante una fase di riabilitazione e recupero. È ancora possibile partecipare a classi di esercizi di gruppo o CrossFit WODs (Work out of the Day), ma il tuo programma specifico per il ginocchio dovrebbe essere separato da qualsiasi attività strutturata in gruppo. Avrai bisogno di modificare alcune delle attività eseguite nella tua classe strutturata per evitare ulteriore dolore.

9. Raffreddamento. Dopo aver eseguito gli esercizi, prenditi del tempo in più per raffreddarti e fare stretching. Usate una cyclette (ad un ritmo causale/più lento) o il vogatore. Entrambi sono esercizi a peso ridotto che favoriscono il movimento e la circolazione del ginocchio, oltre ad aumentare il ROM.

10. Aggiungere un integratore per le articolazioni. Se state sperimentando il dolore dell’osteoartrite, potete considerare l’aggiunta di un integratore di glucosamina e condroitina. CapraFlex è il mio integratore preferito per le lesioni al ginocchio. Ho raccomandato questo integratore per anni perché i miei clienti hanno avuto risultati positivi con l’uso. Mi ha anche aiutato nel recupero dai miei numerosi infortuni. Essenzialmente, combina un integratore organico di glucosamina e condroitina con altre erbe naturali che sono progettate per ridurre l’infiammazione. CapraFlex può essere preso a lungo termine o a intermittenza per aiutare a guarire da un infortunio. Ti consiglio di provarlo per 30 giorni per vedere se migliora il tuo dolore al ginocchio, ma non usarlo in combinazione con altri farmaci antinfiammatori tradizionali. Se sei sotto la cura del tuo medico, informalo che stai prendendo questo farmaco. (Se stai prendendo degli anticoagulanti, consulta il tuo medico prima dell’uso, perché le erbe potrebbero interagire con alcuni farmaci.)

Nella maggior parte dei casi, dovresti aspettarti una completa risoluzione dei tuoi sintomi al completamento del processo di riabilitazione. Per evitare che la condizione si ripresenti, affrontare qualsiasi ROM o restrizioni di mobilità, nonché eventuali aree deboli che stanno causando alterazioni biomeccaniche della parte inferiore della gamba.

Se i sintomi e il dolore continua o peggiora dopo due o tre settimane di riabilitazione, si prega di cercare ulteriore assistenza dal vostro medico o un fisioterapista qualificato. L’American Physical Therapy Association offre una risorsa meravigliosa per aiutare a trovare un fisioterapista nella tua zona. Nella maggior parte degli stati, è possibile cercare un consiglio di fisioterapia senza la referenza di un medico (anche se sarebbe una buona idea cercare anche il parere del tuo medico).

Grazie, Patti, per la tua domanda. Spero che questi 10 consigli ti aiutino a riabilitare il tuo ginocchio e a recuperare rapidamente!

Quali trattamenti per il dolore al ginocchio sono i più efficaci per te? Per favore, condividi qualsiasi raccomandazione che puoi avere lasciando i tuoi commenti qui sotto.

Se hai una domanda che vorresti inserire in un prossimo post del blog, per favore commenta qui sotto o invia la tua domanda a [email protected] Assicuratevi di unirvi alla nostra comunità in crescita su Facebook mettendo il vostro nome su The Physical Therapy Advisor!

Disclaimer: Il blog Physical Therapy Advisor è solo per scopi informativi generali e non costituisce la pratica della medicina o di altri servizi sanitari professionali, compresa la fornitura di consigli medici. Non si forma alcun rapporto medico-paziente. L’uso delle informazioni su questo blog o dei materiali collegati da questo blog è a proprio rischio e pericolo. Il contenuto di questo blog non è inteso come un sostituto per la consulenza medica professionale, la diagnosi o il trattamento. Non trascurare o ritardare l’ottenimento di un consiglio medico per qualsiasi condizione medica che potresti avere. Per favore cercate l’assistenza dei vostri professionisti della salute per qualsiasi condizione di questo tipo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.